Tre su quattro, a Schio, per Jteam

Pozza e Toffano, con Gambasin, centrano la top ten mentre Molo, con Garbo, domina tra le due ruote motrici, riscattando una stagione altalenante sulle strade di casa.

Il Rally Città di Schio si è confermato appuntamento particolarmente sentito in casa Jteam, impegnato su molteplici fronti e ritornato dalla due giorni vicentina con tre risultati decisamente positivi, su quattro alfieri schierati al via.

L’unico a masticare amaro è stato un Adriano Lovisetto che, al debutto sulla nuova Citroen C3 Rally 2 di P.A. Racing con il vicepresidente Ivan Gasparotto alla sua destra, si è visto costretto ad abbandonare la compagnia, sul quarto crono in programma, per un’importante toccata.

 

“Non conoscendo la vettura siamo partiti cauti” – racconta Lovisetto – “e, sulle prime tre prove, abbiamo capito che era molto professionale, con un grande potenziale. Alla ripetizione della prima siamo andati più convinti, togliendo un secondo al chilometro, ma, a poche centinaia di metri dalla fine, un guasto meccanico ci ha lasciato senza freni. Nonostante l’accaduto ringrazio la P.A. Racing, sempre professionale. Grazie a Jteam, alla Monselice Corse ed ai partners.”

 

Non è riuscito nell’intento di ripetere il terzo assoluto della passata edizione ma il debutto sulla Skoda Fabia Rally 2 Evo di P.A. Racing, assieme a Marco Zortea, ha soddisfatto un Francesco Pozza in crescita, a conti fatti ottavo nella generale, in gruppo RC2N ed in classe R5 – Rally 2.

 

“Era da un anno che non salivo in auto” – racconta Pozza – “e ritrovare il ritmo gara non è stato semplice. La vettura, in versione evoluta, non l’avevo mai usata ma è stata impeccabile. Grazie alla P.A. Racing, a Jteam ed a tutti quelli che ci hanno sostenuto nella mia gara di casa.”

 

Un 2022 chiuso in bellezza anche per la rivelazione della seconda parte di stagione, un Giovanni Toffano che, dopo gli exploit di Scorzè e dell’Halloween, ha centrato la sesta piazza assoluta, in gruppo RC2N ed in classe R5 – Rally 2, affiancato da Matteo Gambasin.

Il portacolori del sodalizio bassanese, a bordo di una Skoda Fabia Rally 2 Evo di MS Munaretto, si è tolto lo sfizio di vincere la terza prova speciale, quella di “Treschè Conca”.

 

“Splendida esperienza” – racconta Toffano – “perchè riuscire a vincere una prova, prendere distacchi minimi da un ex tricolore come Rossetti e battagliare con piloti che hanno maggiore esperienza di noi su questa vettura è stata una soddisfazione indescrivibile. Siamo pienamente contenti, un’auto sublime ed un pacchetto tecnico di prim’ordine. Grazie ad MS Munaretto, a Jteam, a Rally Team ed a tutti i partners che ci hanno dato fiducia. Ora testa verso il 2023.”

 

Dalle trazioni integrali turbo alle due ruote motrici dove il locale Enrico Molo, in coppia con Vanessa Garbo su una Renault Clio Super 1600 di MS Munaretto, ha fatto man bassa.

Quindicesimo assoluto nonché vincitore del due ruote motrici, del gruppo RC3N e della classe S1600 per un riscatto che cancella qualche amarezza di troppo patita nel corso della stagione.

 

“Siamo partiti bene, già dalla prima prova” – racconta Molo – “mentre sulla Treschè Conca facevamo fatica a fare la differenza. Sul secondo giro abbiamo attaccato ma, causa un mio errore, ci siamo girati ed abbiamo perso quasi tutto il nostro vantaggio. All’ultima speciale la lotta per il due ruote motrici era ancora aperta ma non volevamo mollare. Di notte abbiamo dato tutto, ottenendo l’ottavo tempo assoluto, e ci siamo portati a casa una bella rivincita.”

 

Dalle soddisfazioni in abitacolo a quelle sul fronte organizzativo con altri due portabandiera della compagine vicentina, Enrico Tessaro e Paolo Menegatti, che sono stati impegnati in prima linea, sul fronte organizzativo, portando in archivio un’edizione da record del Città di Schio.

PARTNERS RALLY
NEWS RALLY
IMMAGINI RALLY