La sorte non toglie il sorriso a Ceccato

L’esordio del portacolori di Jteam, al Carnevale, viene penalizzato da una toccata mentre Gambasin, al Lessinia Historic con Costenaro, alza bandiera bianca in avvio.

Sorride a denti stretti Vittorio Ceccato, reduce da un Rally del Carnevale che, pur avendo portato in dote buoni riscontri cronometrici, lo ha visto bersaglio prediletto della dea bendata, autrice di un pesante sgambetto sulla quinta prova.

Il pilota di Bassano del Grappa, in gara per i colori di Jteam su una Skoda Fabia Rally 2 Evo di ultima generazione, affrontava una prima tornata cauto ma con una costante progressione.

Sedicesimo a “Stiava”, tredicesimo a “Loppeglia” ed undicesimo ad “Orbicciano” Ceccato, affiancato da Rudy Tessaro e supportato da MM Motorsport, si attestava al nono posto di classe R5 – Rally 2 e di gruppo R2CN, avvicinandosi rapidamente alla top ten dell’assoluta.

L’acuto sulla ripetizione di “Stiava”, sesto parziale in prova, lasciava intendere un secondo giro votato all’attacco ma una toccata, sulla successiva ripetizione di “Loppeglia”, gli era fatale.

 

“Siamo partiti cauti perchè l’auto era totalmente nuova per noi” – racconta Ceccato – “ed abbiamo cercato di prendere, con calma, le misure. Abbiamo mantenuto un buon ritmo e siamo andati migliorando, fino ad arrivare al nono posto di classe, di gruppo ed al dodicesimo assoluto, grazie al sesto tempo ottenuto sulla seconda Stiava. Tutto sembrava girare per il verso giusto ma una toccata, sulla quinta speciale, si è rivelata un incubo. Ci siamo fermati, in prova, per sostituire la gomma ma il cerchio si era incastrato e non voleva saperne di uscire. Con non poche difficoltà siamo riusciti a rimuoverlo ma, cronometro alla mano, avevamo perso oltre una decina di minuti. A quel punto la nostra gara era compromessa, davvero un peccato.”

 

Nonostante la sfortuna Ceccato ha comunque saputo guardare al positivo, della trasferta in quel di Viareggio, rimanendo impressionato dal potenziale della nuova vettura della casa ceca.

 

“Il percorso era molto bello” – sottolinea Ceccato – “e le prove molto tecniche e guidate. In questo contesto la nuova Skoda Fabia Rally 2 di MM Motorsport ci è apparsa fantastica. Un’auto molto equilibrata e con un’erogazione del motore sostanzialmente perfetta. Nonostante la sfortuna ci siamo divertiti davvero molto ed il lavoro della nostra squadra è stato impeccabile, come sempre del resto. Un particolare ringraziamento lo vorrei fare anche a Jteam, in particolare al presidente Jack Battaglia, ed a tutto lo staff di Dimensione Sport. Abbiamo potuto vedere il potenziale del pacchetto che abbiamo in mano. Cercheremo di rifarci quanto prima.”

 

Dalla Toscana al Veneto per il primo atto del Trofeo Rally di Zona 2, valevole anche per il Trofeo Rally ACI Vicenza, ovvero il Lessinia Rally Historic dove Jteam si presentava ai nastri di partenza con Matteo Gambasin, impegnato sul sedile di destra a fianco di Giovanni Costenaro.

Per i due, in gara su una Ford Sierra Cosworth gruppo A, gran poca fortuna e nemmeno a metà del primo tratto cronometrato, quello di “Valsquaranto”, la frizione iniziava già a slittare.

Usciti dalla speciale il danno risultava irreparabile, costringendo i due al ritiro anticipato.

PARTNERS RALLY
NEWS RALLY
IMMAGINI RALLY